Fabrizio Bosso

Fabrizio%20Bosso_181231_7785%20-roberto%

Dotato di una tecnica strumentale ineccepibile e di un lirismo capace di far risuonare le corde più profonde nell’anima di qualsiasi ascoltatore, Fabrizio Bosso ha sviluppato la sua crescita artistica e la sua carriera confrontandosi con tutti i generi musicali, pur rimanendo sempre fedele alla propria radice jazzistica. Rigoroso e instancabile si esibisce nei palchi di tutto il mondo, portando con sé una grande ricchezza melodica e la cantabilità tutta italiana che rende il suono della sua tromba unico e immediatamente riconoscibile.

play_spotify.png
play_youtube.png

Collaborazioni

v7_edited.jpg

SAXOFOLLIA ft. BOSSO

Fabrizio Benevelli, sax soprano
Giovanni Contri, sax contralto
Marco Ferri, sax tenore
Alessandro Creola, sax baritono
featuring Fabrizio Bosso, tromba

“Il jazz non lo puoi spiegare a qualcuno senza perderne l’esperienza. Dev’essere vissuto, perché non sente le parole. Il Jazz è feeling” (Bill Evans)
Il sentire comune, il feeling appunto, è la caratteristica principale del fortunato incontro tra Fabrizio Bosso, tra i più apprezzati trombettisti jazz a livello internazionale, e il Quartetto Saxofollia, una delle eccellenze italiane della musica da camera sia in ambito classico che jazzistico. Il quartetto di sax, duttile ed eclettico è, tra i fiati, la formazione più adatta per accompagnare uno strumento dalle svariate possibilità timbriche come la tromba e ben si presta, inoltre, a ricreare le atmosfere delle diverse correnti in cui il jazz si è declinato nel corso degli anni. Durante il concerto si alterneranno brani tratti dalla tradizione jazzistica, dalla Swing Era degli anni '30 fino al periodo d'oro dei club della 52° strada, senza tralasciare la componente Latin, rappresentata da alcuni chorinhos trascritti appositamente per la formazione dal compositore Roberto Sansuini, al quale si devono tutti gli arrangiamenti originali in repertorio. Non mancheranno poi brevi incursioni nella musica classica, formazione dalla quale provengono tutti i cinque musicisti e punto di incontro per interessanti, quanto insolite, divagazioni tra generi. Uno spettacolo vario ed accattivante che porterà l'ascoltatore lungo un viaggio tra multiformi atmosfere sonore.

v26.jpg

BLUE MOKA ft. BOSSO

Alberto Gurrisi, organo hammond
Emiliano Vernizzi, sax
Michele Bianchi, chitarra
Michele Morari, batteria
feat. Fabrizio Bosso, tromba

Il gruppo nasce nel 2009 dalla collaborazione tra Michele Bianchi, Michele Morari, Alberto Gurrisi. I tre giovani musicisti elaborano il loro personale interplay formando “il motore ritmico” che tutt’ora caratterizza Blue Moka. Ben presto arriva il quarto elemento Emiliano Vernizzi che apre le porte a diverse forme di contaminazioni musicali. Dal 2013 nasce la collaborazione con Fabrizio Bosso e vengono scritti ed arrangiati brani in formazione quintetto.
L’artista ed il quartetto si uniscono in un live ricco di energia e classe capace di sorprendere il pubblico, articolato tra brani originali e rivisitazioni del repertorio jazzistico hard bop (W.Shorter, M.Davis, etc.) con richiami alle moderne sonorità del nu-jazz. Una band “Made in Italy” capace di trasportare l'ascoltatore nei meandri del sound newyorkese fin dalle prime note.

©  2021 Flying Spark