Olivia Trummer

booking
tummer_big.jpg

Tedesca di Stoccarda, proveniente da una famiglia di musicisti, Olivia Trummer si è formata come pianista classica e successivamente ha proseguito gli studi volando oltreoceano per diplomarsi in jazz alla Manhattan School of Music di New York. La sua musica spazia dalla classica al jazz passando per la sfera del singer-songwriter emanando un'aria di ottimismo e leggerezza.

play_spotify.png
play_youtube.png

Progetti attuali

v13.jpg

Olivia Trummer solo

FLY NOW

Olivia Trummer, pianoforte e voce

Tedesca di Stoccarda, proveniente da una famiglia di musicisti, Olivia Trummer si è formata come pianista classica e successivamente ha proseguito gli studi volando oltreoceano per diplomarsi in jazz alla Manhattan School of Music di New York. La sua musica spazia dalla classica al jazz passando per la sfera del singer-songwriter emanando un'aria di ottimismo e leggerezza. I suoi testi hanno una prospettiva molto particolare e personale, incentrati sull’amore e sulla fantasia. Nei suoi concerti da solista Olivia Trummer crea, anche grazie all’innata eleganza della sua voce, morbida e versatile, un universo unico ed intensamente poetico. Nel giugno 2018 ha pubblicato il suo settimo album, una registrazione dal vivo e analogica di un concerto da solista ai Bauer Studios di Ludwigsburg, nel quale si alternano canzoni originali e versioni di brani popolari o standard jazz, interpretati in una luce completamente nuova.

v18.jpg

Olivia Trummer

OLIVIA TRUMMER Trio

Olivia Trummer, pianoforte e voce
Matteo Bortone, contrabbasso
Nicola Angelucci, batteria

Durante il suo primo tour in Italia nel 2016 la pianista/cantante tedesca Olivia Trummer ha incontrato in particolare due musicisti italiani con i quali ha sentito una immediata affinità: il batterista Nicola Angelucci e il bassista Matteo Bortone, considerati per altro tra i migliori talenti del nostro Paese. Ispirata da questo incontro Olivia ha voluto dunque rendere stabile questa formazione, aggiungendo in repertorio alcuni brani composti appositamente e che raccontano i suoi sentimenti verso l’Italia.
Ogni concerto dell’Olivia Trummer Trio  diviene così un suggestivo percorso che si sviluppa tra melodie seducenti e raffinate composizioni, reso ancor più intenso proprio da quella affinità profonda che lega i tre musicisti.

v14.jpg

Olivia Trummer e Nicola Angelucci duo

DIALOGUE'S DELIGHT

Olivia Trummer, piano, rhodes e voce
Nicola Angelucci, batteria

Olivia Trummer ha incontrato Nicola Angelucci nel 2016 sul palco del  “Panorama Music Festival“, nello splendido scenario delle Dolomiti della Val Di Fassa, nel corso del suo primo tour italiano. L’intesa immediata ed evidente tra i due artisti ha dato origine a molte altre occasioni di suonare insieme, sia in Italia che all’estero. Dopo 4 anni insieme, avendo sviluppato la loro poetica compositiva e interpretativa, Olivia e Nicola si propongono in duo, sfruttando appieno le potenzialità espressive dei loro strumenti in una gamma di suoni, colori e dinamiche in grado di disegnare un mondo musicale complesso e allo stesso tempo accogliente per coloro che li ascoltano. Un repertorio di brani originali affiancati ad alcune personali versioni di standard, jazz e non, consente al pubblico di assistere ad un dialogo spontaneo, a tratti divertente, sempre intenso.

v19.jpg

Olivia Trummer e Hadar Noiberg duo

THE HAWK

Olivia Trummer, piano e voce
Hadar Noiberg, flauto e electronics

È un incontro casuale quello tra Hadar Noiberg e Olivia Trummer, avvenuto quando la flautista Israeliana si trovava di passaggio a Berlino. Tra loro nasce una immediata quanto inattesa empatia, sia personale che musicale. Entrambe sono legate tanto al mondo classico quanto al jazz ed entrambe sono influenzate, nella loro composizione e improvvisazione, dalla musica mediterranea. Entrambe soliste ma anche band leader, Hadar e Olivia portano all’interno del duo la medesima intensità di forza e di tenerezza. La loro è una voce sola, gli strumenti una estensione della loro personalità. La gamma del loro suono viene arricchita dalla voce di Olivia e dagli effetti elettronici e i loops utilizzati da Hadar.
Nel novembre del 2019 le due artiste pubblicano il loro primo album, The Hawk, che contiene quasi esclusivamente composizioni originali tranne un arrangiamento di una folk-song Israeliana “Be-it Ha’arava” e una reinterpretazione di “Here comes the sun” di George Harrison.
La naturalezza del percorso tra il primo incontro e la pubblicazione del disco dona a questo duo una luce tutta speciale, l’amicizia profonda e la sintesi perfetta tra le due personalità artistiche suggeriscono una intensità musicale che conduce chi le ascolta in un viaggio magico nel loro mondo incantato.

©  2021 Flying Spark